‘Blurred Lines’ è un Plagio – 7.3 Milioni di Dollari alla Famiglia Gaye

‘Blurred Lines’ è un Plagio – 7.3 Milioni di Dollari alla Famiglia Gaye

su
Gnius
immagine al post ‘Blurred Lines’ è un Plagio – 7.3 Milioni di Dollari alla Famiglia Gaye

blurred-lines“Got To Give It Up” è una canzone del 1977 del grande artista soul-R&B Marvin Gaye. “Blurred Lines” invece è un singolo che ha spopolato due anni fa, precisamente da Marzo 2013, ad opera di Robin Thicke e Pharrell Williams e che ha registrato incassi per circa 16 milioni di dollari. Tuttavia buona parte di questo denaro andrà ai familiari del defunto Marvin Gaye. Perchè? Bhe la somiglianza fra ‘Blurred Lines’ e ‘Got To Give It Up’ è sorprendente, anche se non voluta a detta del famoso produttore americano Pharrel Williams.

Come riporta un articolo di Billboard, lo stesso avvocato della famiglia Gaye, Richard Busch, si è detto stupefatto quando Williams e Thicke hanno lanciato una “controcausa” per difendere il loro brano. L’opinione della parte legale della famiglia Gaye è che i due non avessero pensato all’eventuale possesso di prove o altre risorse per difendere la genuinità de loro brano. Un’azione molto stupida, quasi da “bulli” a detta di Busch. La difesa principale di Williams e Thicke consisteva nell’asserire che ciò che loro hanno fatto era solamente prendere spunto da un genere musicale, e non l’intenzione di copiare una canzone. I Gaye tuttavia si sono avvalsi dell’aiuto di musicologi esperti che hanno confermato che gli elementi compositivi in comune fra ‘Blurred Lines’ e ‘ Got To Give It Up’ sono veramente troppi.

I familiari di Marvin Gaye che detengono i diritti sulle canzoni del defunto cantante hanno portato in tribunale il caso con accusa di plagio ed hanno vinto la causa, ed ora Thicke e Williams dovranno sborsare alla famiglia Gaye 7.3 milioni di dollari di danni.

Una pena troppo severa? Giudicate voi ascoltando un mash-up dei due brani che condividiamo qui di seguito.

Ti è piaciuto l'articolo? Condividilo!
Share on Facebook
Facebook
Tweet about this on Twitter
Twitter
Pin on Pinterest
Pinterest
Share on Reddit
Reddit
Ti è piaciuto l'articolo? Condividilo!
Share on Facebook
Facebook
Tweet about this on Twitter
Twitter
Pin on Pinterest
Pinterest
Share on Reddit
Reddit